Archivi del giorno: 31 gennaio 2015

Una domanda

Ma chi è Sergio Mattarella? Oltre ad essere il nostro nuovo fiammante PdR voglio dire? Adesso devo andare a leggermi chi è, che cosa fa e da dove viene.
Comunque auguri, e buon lavoro.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Craps

Expo 2015

In uno slancio patriottico che non sapevo di avere ma non dimentica della sfiducia che nutro per qualsiasi medio grande evento partorito da menti italiane, dalla politica italiana e su suolo italiano più in su della Sagra del Vino Novello ieri mi sono accaparrata un biglietto di ingresso per Expo 2015 che comincerà il primo di maggio in terra padana.
Confindustria locale, ma credo e spero anche quelle delle altre regioni, mettono a disposizione dei biglietti d’ingresso scontati per i dipendenti delle superstiti aziende del territorio alla modica cifra di venti euri, che mi sembra un prezzo accettabile.

All’inizio, e parlo oramai di diversi anni fa, avevo seguito con interesse tutte le vicende che avevano portato al nascere di questa manifestazione poi, alla seconda o terza lotta di poltrone, all’ennesima diatriba sui terreni da acquisire eccetera eccetera mi sono persa per strada.
Non so quindi a che punto siano con i lavori dell’area Expo, con il padiglione Italia e quelli dei vari paesi, non so fino a che punto siano state rinnovate, migliorate, potenziate le infrastrutture per accogliere, e lo spero davvero, milioni di persone.
So che da queste parti negli ultimi tempi ci sono stati dei lavori abbastanza frenetici sulla rete stradale.
Con uno stop brusco di qualche mese per il fallimento di un’azienda appaltante, ovvio. Poi una mattina sono ricomparse deviazioni, tute arancioni, camion che portano ghiaia, adesso dal terreno sbucano piloni come margherite.
Ignoro i dettagli ma colleghi mi dicono che tra poco mi sarà più comodo e facile raggiungere Multipaesana, sai la gioia.

Ho capito che già da tempo é stato cassato un progetto iniziale che a me pareva interessante, quello delle Vie d’Acqua: il progetto intendeva recuperare al loro ruolo originario, la navigabilità, i canali di Milano e delle aree circostanti.
Il motivo di questo abbandono penso sia stato la mancanza di soldi, ma va, e poi il fatto che molti comuni del circondario opponessero forti resistenze, questo per farla breve.
E questo è tutto quello che so di Expo 2015: niente.

Ci andrò quindi, se poi ci andrò davvero, praticamente ad occhi chiusi non sapendo affatto cosa aspettarmi e cosa trovarmi a un evento del genere.
Ma questo questo anche se si fosse tenuto a Stoccolma o a Brisbane: nella fattispecie, essendo nato e cresciuto tra molte polemiche in Italia, terra di ogni ladrocinio e sconcio e non avendo più seguito informazioni ed aggiornamenti al riguardo, per me sarà un quasi totale salto nel buio.
Non voglio essere pessimista e nemmeno menare gramo, voglio tenere aperta la mente alla possibilità che, anche solo per leggi probabilistiche, ogni tanto si possa a produrre qualcosa di positivo.
Sono curiosa, sono possibilista, non mi spingo oltre: intanto mancano solo tre mesi.
Unica mia certezza che, dato il tema, di sicuro qualcosa si mangia, ed è già un buon inizio.
Incrociamo le dita e speriamo di non fare una figura di merda.

***************************************************************

di ritorno da breve visita al sito ufficiale, che non è male: lingue in cui è disponibile, italiano, inglese, francese.
Come nel 1972. No spagnolo, no cinese, no russo, no tedesco, no portoghese.
Senza parole.
Perciò la stiamo già facendo una gran figura di merda, ecchici.
***************************************************************

11 commenti

Archiviato in Ci salvi chi puo', Craps