Più che il capello bianco 

Prima ancora che il numero dei compleanni a ricordarmi che divento vecchia ci pensano ogni giorno telefonini, Ipad, navigatori, computer, blog, applicazioni e diavolerie (si fa per dire) varie. 

Per carità, cose delle quali non vorrei fare a meno, non dico che non potrei farne a meno: tutti aggeggi che non possono essere lasciati a se stessi e richiedono costanti cure e aggiornamenti, sincronizzazioni che, personalmente, non mi dispiacerebbe se se li facessero da soli, per conto loro. E se poi tutto tornasse facile come prima.

E quando quasi ogni aggiornamento mi manda in crisi perché mi sono abituata a fare una cosa in un certo modo, a trovarla lí, quasi automaticamente, o a visualizzarla così piuttosto che cosá mi assale un parziale sconforto. La stessa cosa oramai mi succede anche quando mi devo addentrare nei menù di un qualsiasi semplice oggetto anche solo lontanamente vagamente tecnologico, che ne so, un contapassi. 

E mi domando, ma questa gente, soprattutto sviluppatori e simili, non potrebbe star ferma, ma proprio immobile, almeno per un mese o due, giusto il tempo per lasciare tirare il fiato a tutti quelli che non sono nativi digitali? Perché siamo un bel pó.

Allora capisco che sono io quella che sta uscendo dal giro.

Annunci

5 commenti

Archiviato in Craps

5 risposte a “Più che il capello bianco 

  1. Ti stai organizzando per ‘sto genetliaco? Manca poco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...