Archivi del giorno: 9 aprile 2015

Complotto internazionale 

Quando tutti i produttori, stilisti, trendsetters, buyers, commercianti, rivenditori del settore insieme agli occulti poteri del marketing, della pubblicità e del Bildenberg stabiliscono che sul mercato si possano trovare solo due tipi di calzoni da donna. Un Piano Quinquennale dunque, come nella ex Unione Sovietica, per quanto se ne dica.

Avremo quindi, ovunque, cataste e pile di skinny che, come suggerisce il nome stesso, sono idealmente concepiti per gente skinny, cioè tipicamente fotomodelle lituane di non più di ventun anni e di 48 chilogrammi di peso. Con l’ulteriore svantaggio o inconveniente che, con il caldo, la seconda pelle appiccicata addosso degli skinny non è proprio il massimo.

Poi si troveranno altrettante cataste, mucchi o steccati/trincee di appendini dai quali graziosamente pendono pantaloni che non so come vengono definiti dagli addetti ai lavori, ma che io chiamo acqua alta a Venezia: quelli che che si fermano improvvisamente per mancanza di materia prima un 10/15 cm sopra la caviglia. Carini anche, ma averne un paio per stagione é più che sufficiente: comunque spezzano la gamba e mi lasciano sempre molto indecisa e perplessa sul tipo di scarpe da indossare. Se non indossati con stivaletti richiedono più che mai caviglie da cigno, da silfide.

Al di là di quanto descritto sia perlustrando il low cost più sfacciato sino ad arrivare a Max&Co che è il massimo che posso e voglio permettermi, un deserto. Certo, sono problemi. 

Mi tengo e farò funzionare i pantaloni che ho, o passeró alle gonne, peggio per loro. Intanto soldi risparmiati.

Annunci

9 commenti

Archiviato in Craps, Ho un'opinione su quasi tutto (ed accetto possa non essere condivisa, con garbo)