Dilemma etico

Può una vegetariana convinta, idealmente aspirante vegana ma con pochissime realistiche possibilità di farcela in quanto troppo amante della mozzarella fior di latte e degli yogurt Mila all’avena e noci, comunque totalmente solidale con la causa, considerare anche solo lontanamente l’acquisto di una borsa in crosta?

Perché io l’ho vista, prezzo equo e la certezza che, per me, 1) non passerà mai di moda, 2) corrisponderà in toto ai miei canoni estetici per vent’anni almeno, 3) la userò tantissimo in ogni occasione (anche se probabilmente sarà sfranta prima), ma è, appunto, in crosta?

Perché io non sapevo bene cosa fosse sta’ crosta, se un’imitazione della pelle o uno sfacciato sinteticone, che per una borsa non mi disturba, ma ho scoperto che 

la “crosta” è la pelle dal lato della carne mentre il “fiore” è la pelle dal lato del pelo dell’animale.

e a me a leggere lato pelo dell’animale scricchiolano i denti.

Lei è bellissima, 49 euri e 99 cent, shopping bag di Mango (anche online ma eviterei per non dover creare un’altra password), blu. Sì blu, tipo che blu la cercavo da almeno tre lustri e tutte le commesse mi guardavano sempre stranite. “Blu d’inverno?” A me piace, sempre piaciuto, sempre piacerà, estate, autunno, inverno, primavera, mari, monti, pianure, paesi, città.

Che poi è un blu scuro ma un po’ anticato, sfatto, sbiadito, che ci azzecca anche col nero e difatti ha i manici neri. La perfezione, il top. È lei la mia borsa.

  
Vero che un bel regalo pre-natalizio l’ho già ricevuto, ma volevo premiarmi per essere quasi sopravvissuta a questo 2015.

Può, dicevasi, una vegetariana convinta aspirante vegana etc etc etc…. può?

Annunci

10 commenti

Archiviato in Craps, Ho un'opinione su quasi tutto (ed accetto possa non essere condivisa, con garbo)

10 risposte a “Dilemma etico

  1. Into’ mi piace il tuo senso pratico. Poi, ed è vero, a me dura vent’anni, quindi pensa a quante altre risorse del pianeta risparmiate 🙂 è una borsa che porterei in una Tiny House. Essenziale, pratica, comoda. Lo so che da maschio la vedi spartana. A voi piacciono i frou frou, gli strass, i pendagli, la ferramenta dorata

  2. Anonimo

    Era eticamente immorale se ammazzavano il vitello grasso solo per fare la borsa a te. Se afferravi l’arma e la infilavi nel collo della bestia
    Tu non reggi il sacco.

    • Scusa ma non mi trovi d’accordo, per me è la stessa cosa. Non sarei l’autrice materiale ma una complice.
      Se la gente con comprasse non ucciderebbero
      Per come la vedo non c’è differenza

  3. Quella dei divanieri mi sa era una balla 🙂 moltissima pelle da concia arriva dall’India. Ma anche se fosse vero mi sento una merda perché una borsa può non essere in pelle. A differenza delle scarpe, che non potendo permettermi quelle di Stella Mc Cartney le altre al 99% sono ciofeghe 😦

  4. A me fece impressione vedere la montagna di manti quando andai a visitare la fabbrica del negozio di divani per il quale lavoravo.
    Come mi dissero loro, non son stati uccisi per fare i divani ma per la carne e noi ne usiamo anche la pelle.

    Oddio, non so se questo puo’ aiutarti… Io continuo a comprare scarpe di pelle e son poco vegana… Pero’ se ci penso me sento nel torto.

  5. la descrizione fa accapponare la pelle anche se non sei vegano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...